EYES UP/HUMAN CONDITION

Arte Terapeutica dell’Accademia di Belle Arti di Brera

presso la II Casa di Reclusione di Milano- Bollate

 

Open Talk + mostra  presso Fabbrica del Vapore

Giovedì 2 febbraio 2017 h.18,00 inaugurazione e talk

Periodo mostra: dal 02 al 05 febbraio

ingresso libero

 

 

In occasione della mostra “The Art of the Brick” e nel quadro degli eventi collaterali ad essa collegati, verranno organizzati un open talk e una mostra entrambi dedicati ai Laboratori di Terapeutica Artistica dell’Accademia di Belle Arti di Brera, all’interno della Casa di Reclusione di Milano – Bollate.

La mostra The Art of the Brick dà l’opportunità di evidenziare come l’arte diventi opera collettiva e corale, testimonianza di socialità trasversale e specchio di una condizione umana fluida, come suggeriscono le sezioni della mostra “Espressione umana” e “Condizione umana”.

Le immagini di Eyes Up, scatti dai forti contrasti del bianco e nero, i dettagli multicolore dei tessuti sono prosecuzione dei Bricks, espressione di un’idea senza confini che abbraccia l’intera espressione di condizione umana nella sua ampiezza.

 

I Laboratori  sono tenuti dai docenti del Biennio di Terapeutica Artistica, fondato e diretto da Tiziana Tacconi e Laura Tonani .

Leonida De Filippi, docente di Tecniche Extramediali e socio fondatore di The Sense of Art, all’interno della II Casa di Reclusione di Milano-Bollate conduce la “Condivisione” nel Laboratorio di  Fotografia.

In mostra scatti in bianco e nero di grande formato dialogano con un arazzo di cinque metri e un Mandala di tessuto.

Le immagini sono frutto di un Laboratorio fotografico che Leonida De Filippi ha tenuto nel 2016 nel Carcere di  Bollate con alcuni detenuti principalmente di cittadinanza albanese.

Le opere tessili sono il risultato di un processo di Arte condivisa condotto dalla prof.ssa Daniela Zarro e  sviluppato dagli artisti terapisti del corso di Terapeutica Artistica. Il Mandala di tessuto è stato realizzato dall’artista terapista Samanta Pagani

La discussione verterà sull’idea della condizione umana all’interno della società e delle carceri in un dialogo aperto con l’arte e la sua funzione creativa e formativa.

 

Gli interventi saranno tenuti da: Tiziana Tacconi, Direttrice Biennio Terapeutica Artistica; Leonida De Filippi, Docente di Tecniche Extramediali; Franco Marrocco, Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Brera; Cosima Buccoliero, Direttore aggiunto II Casa Di Reclusione di Bollate -MI.

The Sense of Art, nelle persone dei soci fondatori Paola Ferrario e Leonida de Filippi, afferma la primaria importanza del dialogo, della cooperazione e della solidarietà per costruire una società civile in cui integrazione  e rispetto dei diritti della persona siano fondamenta indiscutibili.

L’arte ne diventa strumento identificandosi in maniera simbiotica in uno scambio di ruoli che diventa esso stesso opera. The Sense of Art rifonda il significato più autentico del fare arte.

 

The Art of the Brick è una mostra di arte moderna che unisce la Pop Art al Surrealismo. Allestita su un’area di oltre 1600mq, espone oltre 100 opere d’arte, realizzate con i famosi mattoncini LEGO. Le opere di Nathan Sawaya, sono state costruite con oltre un milione di pezzi. Esibite in ambienti emozionanti sorprendono i visitatori per il loro effetto straordinario lasciandoli senza parole. Tra le più sbalorditive e inaspettate creazioni 2D e 3D, “The Art of the Brick” presenta le ricostruzioni, a volte reinterpretate, di capolavori d’arte universalmente riconosciuti come la Gioconda e la Venere di Milo, la Ragazza con l’orecchino di Perla oltre a numerosi pezzi inediti mai visti prima in Italia esposti a Milano per la prima volta. http://artofthebrick.it